Passa ai contenuti principali

LA PAROLA A VOI - LA RECENSIONE DI LUCIA

      LA PAROLA A VOI      

Sono emozionata!!! E' con grande gioia che oggi inauguro questa nuova rubrica con la prima recensione che mi è arrivata da una di voi da pubblicare. Devo dire che leggendola mi sono trovata d'accordo su tutto e non poteva essere altrimenti visto che è uno dei primi prodotti che ho provato della linea Yves Roches.
Insomma, questa è solo il mio antefatto ma ora passo la parola a Lucia:

DEODORANTE LAVANDINA DI PROVENZA

"Il deodorante è una di quelle cose che si usa ogni giorno. Almeno, si dovrebbe!Ho sempre avuto qualche difficoltà a trovarne uno che davvero mi piacesse. Primo requisito il profumo: alcuni prodotti ne hanno uno troppo intenso, altri molto artificiale, altri ancora hanno una fragranza che a contatto col corpo ed il sudore cambia così tanto da diventare sgradevole. E non credo sia questa la sua funzione. Secondo requisito la consistenza: se vi fermate ad osservare lo scaffale dei deo in qualsiasi profumeria o supermercato, inizia a girarvi la testa. Ho sempre evitato i prodotti in stick perché mi facevano una paniccia, quelli in spray a volte, se non li agiti bene o non tieni il flacone proprio in verticale, spruzzano polvere (vi è mai capitato???) , quelli liquidi a spruzzo mi danno la sensazione di troppo bagnato e quelli roll-on a volte lasciano residui consistenti sulla pelle. Poi, un po' di tempo fa, ho letto un post sul blog di Fabrizia nel quale raccontava il suo re-incontro con Yves Rocher, marchio che non avevo mai visto né sentito nominare. Siccome sono terribilmente curiosa in generale, in particolare se si tratta di prodotti per la cura di sé (amo coccolarmi, si sa!!) e siccome se Dio vuole oggi grazie alla tecnologia è tutto a portata di clic, sono andata a cercare la marca in rete e bingo, ho trovato il sito. I prodotti a base vegetale mi hanno molto incuriosito e la prima cosa a cui ho pensato è stata, chissà che profumi! Chi mi conosce lo sa, ho un naso importante. Fisicamente, intendo. E credo che questa cosa abbia sviluppato notevolmente il senso che ci vive dentro, a quel naso!! Scherzi a parte, col tempo e gli anni ho capito che mi piacciono moltissimo gli aromi che vengono sopratutto dalle piante, ancor più che dai fiori, li sento vicini, simili, compatibili e mi donano un senso di benessere profondo. Quindi ho fatto un po' di domande a Fabrizia, circa il modo di avere i prodotti, ho visto che i prezzi erano adatti alle mie tasche, anzi in certi casi, su certi prodotti in promozione, anche più vantaggiosi della grande distribuzione e ho deciso di ordinare alcune cose. Il primo prodotto su cui ho messo gli occhi è stato questo
Foto di Lucia


Per due motivi: 1) era l'inizio dell'estate ed io ancora cercavo il deo dei miei sogni 2) era al lavandina. Ed io, quando leggo lavanda e affini parto per la tangente. Perché? Semplice, è il profumo che ho sempre sentito addosso agli uomini di casa mia, il mio nonno paterno ed il mio babbo. Quello per me è insieme un profumo, un ricordo, un amore infinito ed incondizionato. Devo dire che sono molto soddisfatta dell'acquisto: il profumo si sente ma è molto, molto discreto, niente scie puzzolenti e persistenti, per capirsi, la consistenza è ottima, si stende facilmente, è trasparente, si assorbe immediatamente, non lascia residui. E quando si suda, perché alla fine è così, non cambia profumo e non fa pappette strane sotto l'ascella. Lo riprenderò senza il benché minimo dubbio!




Grazie Lucia per la tua bellissima recensione...io, ma sono di parte, come ho già detto lo adoro!!!

Tra l'altro proprio nell'Album 10 in corso, valido fino al 19 agosto trovate i deodoranti a 3.95 € cad. e se ne acquistate uno potete avere il secondo a solo €. 1.00 ... quale miglior occasione per provarli??? 


Questa è stata l'apripista, ora ne aspetto altre mi raccomando!!! Dai su, buttatevi...
Alla prossima...LA PAROLA A VOI

Commenti

Post popolari in questo blog

UN GRAMMO D' AMORE

Ho conosciuto Nadia circa 3 anni fa ... mese più mese meno, anzi, se non ricordo male era più o meno in questo periodo. Lei era a casa di una mia amica e cucinava per noi per dimostrarci la validità dei prodotti che, ai tempi vendeva. La ricordo ancora, camicia azzurra, jeans e grinta da vendere. La guardavo ammirata e spaventata allo stesso tempo. Di norma le persone sicure di sè mi spaventano e non amo i toni di voce quasi "aggressivi" ... Quanto ero lontana dalla verità non l'avrei scoperto se non anni dopo, cioè praticamente ora. Da quella prima volta siamo andate oltre, ho fatto cucinare Nadia a casa mia un paio di volte e sempre di più la mia "diffidenza" si affievoliva. Sono una persona "di pancia" ;-) io e "di pancia"sentivo che non dovevo fermarmi all'apparenza ma continuare ad andare oltre e così abbiamo organizzato cene coinvolgendo anche i mariti e i bimbi. Nulla di strano, un rapporto stava nascendo e provando a crescere. I…

COME HAI DETTO CHE TI CHIAMI?

...Fabrizia ;-)  eh sì, lo so che c'è di meglio. Lo so che chiamarsi Francesca, Barbara o Silvia è tutta un'altra cosa ma che ci posso fare. Nulla.... A parte gli scherzi e a parte il mio nome riflettevo anche sul fatto che i miei amici realizzano i loro sogni anche per me. Sì perchè sono sempre di più i miei amici che scrivono libri...io il mio ce l'ho lì, tranquillo tranquillo nel cassetto e non ha nessuna voglia di uscire e allora che faccio leggo i libri di Nadia, di Stella, di Redaz, di Max e della Simo... ehhhh la sciura Simo. Ne vogliamo parlà??? No perchè intanto lei e Toscana, di Pisa, se non erro e già questo fatto da solo ha il suo perchè. Io come tutti sanno sono Toscana inside sicchè ... poi lei, la mi fà ridere, ma proprio di gusto. Perchè è ironica, sfavillante e sprizza energia da ogni poro anche se c'ha la mia età e io, dopo una serata in piscina a far vasche a dorso sono sfrantecata tutta. E poi la Simo c'ha un blog, mica misero e porello come qu…

IL CAPPELLO COLOR PORPORA

"A tre anni Lei si guarda e vede una Regina.

A otto anni Lei si guarda e vede Cenerentola.

A quindici anni Lei si guarda e vede un brutto anatroccolo (<<Mamma non posso andare a scuola con questo aspetto qui>>).

A venti anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa/troppo magra, con i capelli troppo lisci/troppo arricciati", ma decide che uscirà di casa lo stesso.

A trenta anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa/troppo magra, troppo bassa/troppo alta, con i capelli troppo lisci/troppo arricciati" ma decide che non ha tempo di risistemarsi e che uscirà lo stesso.

A quaranta anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa/troppo magra, troppo bassa/troppo alta, con i capelli troppo lisci/troppo arricciati" ma dice:
<<Almeno sono pulita!>>, ed esce di casa lo stesso.

A cinquanta anni Lei si guarda e si vede "esistere" e se ne va dovunque abbia voglia di andare.

A sessanta anni Lei si guarda e ricorda tutte le persone che non poss…